Associazione Costruttori Edili della Provincia di Napoli



Blog

Decreto sostegni bis – Misure fiscali

Estensione del limite annuo dei crediti compensabili o rimborsabili.  Bonus alberghi.  Proroga della sospensione delle cartelle di riscossione. A.C.E. Credito di imposta per beni strumentali nuovi. Agevolazioni per l’acquisto dell’abitazione: sono alcune delle misure previste dal Decreto.

Con il Decreto sostegni bis – Decreto Legge 25 maggio 2021, n.73, recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”, sono entrate in vigore numerose norme di interesse per il settore delle costruzioni tra cui l’estensione del limite annuo dei crediti compensabili o rimborsabili, il bonus alberghi; la proroga della sospensione delle cartelle di riscossione; l’A.C.E.; il credito di imposta per beni strumentali nuovi, agevolazioni per l’acquisto dell’abitazione

Per approfondire:

Bonus alberghi) in alternativa all’auspicato superbonus viene esteso il credito di imposta per la riqualificazione degli alberghi operante nella misura del 65% delle spese relative alla riqualificazione delle strutture ricettive (ristrutturazione edilizia, eliminazione delle barriere architettoniche; incremento dell’efficienza energetica; acquisto di mobili e componenti d’arredo. (art.79 del D.L. 104/2020, convertito nella legge 126/2020) può essere usufruito per le spese sostenute nei tre periodi d’imposta (anziché in due, come ad oggi previsto) successivi a quello in corso al 2019. In sostanza, l’agevolazione viene estesa per le spese sostenute fino al 2022.

Proroga della sospensione della riscossione) In particolare, la sospensione delle cartelle viene prorogata (dal 30 aprile 2021), al 30 giugno 2021, mentre i versamenti dovranno essere effettuati, in un’unica soluzione, entro il 31 luglio 2021. Come noto, si tratta delle somme derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, avvisi di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle Entrate ai fini delle imposte sui redditi, dell’Irap e dell’IVA; avvisi di addebito emessi dall’INPS.

ACE innovativa 2021) Viene previsto un rafforzamento dell’ACE (aiuto alla crescita economica) – un’agevolazione introdotta nel 2011 per favorire il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese – per il solo anno di imposta 2021, la possibilità di calcolare un rendimento ACE del 15% sugli aumenti di capitale effettuati nel 2021 fino a 5 milioni di euro e di trasformare tale rendimento in un credito di imposta da utilizzare in compensazione nel medesimo anno, o da chiedere a rimborso. Inoltre, viene previsto che il credito d’imposta possa essere ceduto, con facoltà di successiva cessione, ad altri soggetti.

Modifiche alla disciplina del credito d’imposta per beni strumentali nuovi) viene ammesso l’utilizzo in compensazione, in un’unica quota annuale (anziché in 3 quote) del credito d’imposta spettante per gli investimenti in beni strumentali materiali non aventi le caratteristiche “Industria 4.0” (ovvero diversi da quelli indicati nell’allegato A annesso alla legge 232/2016), effettuati a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021, per i soggetti con un volume di ricavi o compensi non inferiori a 5 milioni di euro.

Estensione del limite annuo dei crediti compensabili o rimborsabili)

Per l’anno 2021, il limite massimo dei crediti di imposta e dei contributi compensabili o

rimborsabili ai soggetti intestatari di conto fiscale, è fissato in 2 milioni di euro.

Misure in favore dell’acquisto della casa di abitazione)

Viene prevista l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro e delle imposte ipotecaria

e catastale per gli atti di acquisto a titolo oneroso della proprietà, nuda proprietà, usufrutto,

uso o abitazione di prime case non di lusso, ove effettuati da giovani (con meno di 36 anni) e aventi un ISEE non superiore a 40.000 Euro annui.

Igino Carulli

Igino Carulli