Associazione Costruttori Edili della Provincia di Napoli



Blog

Pianificazione urbanistica, principio di proporzionalità e interesse del privato

È illegittima la variante al PRG che non garantisca un adeguato bilanciamento tra le esigenze pubbliche e le esigenze del privato.

Il potere dell’Amministrazione, insomma, di imporre dei limiti e divieti attraverso la pianificazione urbanistica deve essere rispettoso del principio di proporzionalità.

Il TAR Veneto 16/11/2020, n. 1067 si è pronunciato sulla legittimità di una variante inserita nelle NTA del PRG che non consentiva lo svolgimento di lavaggi di mezzi ed attrezzature relativi a tutte le attività produttive ad esclusione della sole attività agricole. Secondo la ricorrente: la variante introdotta impediva di fatto la realizzazione e la gestione utile degli impianti e delle attrezzature la cui installazione era viceversa consentita dal PRG; il Comune, con la previsione contestata, aveva adottato una disciplina esorbitante dalle sue competenze, perchè finalizzata a tutelare esigenze di natura ambientale e non urbanistica; le disposizioni censurate si ponevano in contrasto con gli artt. 41 e 97 Cost., introducendo un ingiustificato limite all’attività d’impresa.

Per il testo della sentenza è possibile rivolgersi in associazione.

Igino Carulli

Igino Carulli