Associazione Costruttori Edili Napoli


Blog

Violazioni edilizie, il Consiglio di Stato «boccia» l’ordinanza di demolizione di opere interne

Perché – spiega Palazzo Spada – si tratta di interventi soggetti solo a Cila

È illegittimo il provvedimento che intima la demolizione di opere interne realizzate mediante eliminazione e spostamenti di tramezzature che non interessano le parti strutturali dell’edificio, trattandosi di interventi riconducibili ad attività di manutenzione straordinaria soggetta al regime della comunicazione di inizio lavori asseverata di cui all’art. 6 bis del d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia- Tuel”. Sicché la mancanza di tale comunicazione non può giustificare l’irrogazione della sanzione demolitoria «che presuppone il dato formale della realizzazione dell’opera senza il titolo abilitativo».

In questi termini, il Consiglio di Stato, Sez. VI (sentenza 3 settembre 2020, n. 5354) ha confermato la sentenza del Tar Lazio 2 dicembre 2017, n. 12096.

Per il testo della sentenza è possibile rivolgersi in associazione.

Igino Carulli

Igino Carulli

Leave a Comment